Salviamo insieme la scuola di Juliaca!

Come ben sapete, nel 2002 la nostra Associazione è nata con un progetto in Perù, un progetto che da una mensa scolastica si è evoluto negli anni, diventando una vera e propria scuola; solo nel 2019 con la Institución Educativa Particular “Giordano Liva” di Juliaca abbiamo contribuito all’educazione di ben 340 studenti, dai 3 ai 16 anni.

Purtroppo il Coronavirus ha colpito molto gravemente anche il Perù. A causa degli effetti della crisi economica, molti genitori hanno perso il lavoro e alcune famiglie hanno deciso di lasciare la città e trasferirsi in campagna per cercare di scampare al contagio. La scuola di Juliaca, che rappresenta il nostro cuore e le nostre fondamenta, non potrà più contare sulle entrate previste per l'anno in corso e per questo rischia di chiudere per sempre. I nostri amici peruviani adesso contano su di noi!

Per questo motivo, abbiamo deciso di attivare una raccolta fondi straordinaria: potete fare una donazione sul C/C IT 05 Z 01030 1400000006321 1314 intestato a “El Comedor Giordano Liva”, indicando nella causale “Salva la scuola in Perù”.

Inoltre, potete come sempre destinare a noi il 5x1000 inserendo il Codice Fiscale 930 522 80505.

Per l’occasione, organizzeremo anche un evento in streaming su Youtube e Facebook: SolidariSTA A CASA. Per maggiori informazioni visitate il sito e la nostra pagina Facebook.

Antonella Masoni
Presidente dell'Associazione

 


I bambini di Juliaca, in Perù hanno bisogno di tutti noi per avere almeno una certezza in questo periodo di insicurezza globale: che la loro scuola resti aperta e che possano tornarci una volta superata questa crisi.

Gli insegnanti hanno iniziato a fare lezione online dal 5 maggio, ma non sono sicuri di ricevere il loro stipendio.

I genitori dei nostri studenti stanno perdendo il lavoro e non possono permettersi più la retta scolastica nonostante sia stata già notevolmente ridotta, e alcuni di loro hanno già sospeso i pagamenti durante il lockdown.

Infine, quei ragazzi meno fortunati che avevano diritto alla borsa di studio rischiano di vedere sfumare la loro unica possibilità di istruirsi e crescere bene. Senza un nostro sostegno immediato, la scuola rischia di perdere quest'anno scolastico, nonché di veder andare via altri studenti e studentesse. Per questo abbiamo bisogno di te. 

Aiutaci a raccogliere i fondi necessari:

dia del capesino caracoto2015-11-2

La testimonianza di Padre Luis

"Por la falta de trabajo, ya conocen Juliaca y la Región, muchos quedaron sin trabajos. Esta situación produjo una migración de estudiantes de los colegios privados a los públicos. Nosotros esperamos tener unos 230 estudiantes para sobrevivir. Hoy por hoy es un lujo tener esta cantidad, que permite un aporte económico para los docentes que quedaron trabajando. Todos los sueldos bajan".

 

Padre Luis Humberto Bèjar Presidente Asociacion Civil Musuq Illary
Vai alla Home
EL COMEDOR ESTUDIANTIL GIORDANO LIVA – ODV è un Ente del Terzo Settore non commerciale costituito in forma  di Organizzazione di Volontariato e pertanto le erogazioni in denaro o in natura a favore dell’Associazione danno diritto alle agevolazioni fiscali di seguito illustrate (art. 83 D.Lgs. 117/2017):
 
1. Dall’imposta lorda sul reddito delle persone fisiche si detrae un importo pari al 35 per cento degli oneri sostenuti dal contribuente per le erogazioni liberali in denaro o in natura a favore dell’Associazione, per un importo complessivo in ciascun periodo d’imposta non superiore a 30.000 euro. La detrazione è consentita, per le erogazioni liberali in denaro, a condizione che il versamento sia eseguito tramite banche o uffici postali ovvero mediante altri sistemi di pagamento previsti dall’articolo 23 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241.
 
 
2. Le liberalità in denaro o in natura erogate a favore dell’associazione da persone fisiche, enti e società sono deducibili dal reddito complessivo netto del soggetto erogatore nel limite del 10 per cento del reddito complessivo dichiarato. Qualora la deduzione sia di ammontare superiore al reddito complessivo dichiarato, diminuito di tutte le deduzioni, l’eccedenza può essere computata in aumento dell’importo deducibile dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, ma non oltre il quarto, fino a concorrenza del suo ammontare.